Cheesecake/ Crostate

Crostata di ricotta e more di gelso

Crostata di ricotta e more di gelso nere

La crostata di ricotta e more di gelso è nata da una manciata di questi frutti con cui è tornato l’altro giorno mio padre. Ha trovato una pianta vicino a casa e ne ha raccolto un po’ per farmele assaggiare.

Io non le conoscevo proprio le more di gelso, mentre mio padre ne aveva un ricordo fin dall’infanzia, quando mi ha detto che andando a raccoglierle tornavano con le mani nere, o utilizzavano il colore che rilascia per farsi i segni degli indiani in faccia! 🙂

In Sardegna è conosciuta come “mura gessa“, ma cambia nome a seconda delle zone (muraghessa o murighessa nella zona del Logoduro). Esistono anche due tipi di piante, quelle di gelso bianco e nero (mura gessa bianca e niedda).

Per saperne di più di questa pianta e di questo frutto, vi lascio le fonti da cui ho preso alcune notizie: sardegna ambiente e wikipedia.

Per la mia ricetta ho utilizzato le more di gelso nere, che sono buonissime, esteticamente simili alle more o lamponi, ma di forma più allungata. Il gusto è dolciastro, con qualche punta acidula, infatti non risulta eccessivamente dolce.

Ho preso ispirazione da questo blog, cambiando la base e la purea. La ricetta è senza colla di pesce.

Crostata fredda ricotta e more di gelso orizzontale 1

Crostata di ricotta e more di gelso
Preparazione
20 min
Cottura
20 min
Tempo totale
40 min
 

Una crostata con base di pasta frolla cotta in bianco e un ripieno fresco fatto di ricotta con una copertura di purea di more di gelso.

Piatto: Dessert
Cucina: Italiana
Porzioni: 14 persone
Autore: aromadimandorle
Ingredienti
Pasta frolla con lo zucchero semolato
  • 250 g Farina 00
  • 125 g Burro
  • 125 g Zucchero semolato
  • 1 Uovo
  • 1 bustina Vanillina
  • 1 pizzico Sale
Ripieno
  • 300 g Ricotta
  • 50 g Zucchero semolato
  • 2 cucchiai Latte
Purea alle more di gelso
  • 150 g More di gelso nere (più un paio per decorare)
  • 2 cucchiai Zucchero di canna
  • 1 cucchiaino Limone il succo
Istruzioni
Pasta frolla
  1. Prepara la pasta frolla con zucchero semolato seguendo la ricetta riportata nel link.

  2. Una volta fatta riposare in frigo 30 minuti, toglila dal frigo e stendila nel piano con un mattarello, aiutandoti con pochissima farina.

  3. Accendi il forno in modalità statica a 180°.

  4. Adagiala su una tortiera. Io ho scelto di farla con i bordi più alti, quindi ho usato una pirofila in acciaio da 24 cm quadrata e dai bordi alti.

    Crostata fredda ricotta e more di gelso tortiera
  5. Fai i buchi con una forchetta.

    Crostata fredda ricotta e more di gelso fare i buchi
  6. Metti la carta da forno e i pesi sopra (fagioli, ceci, pasta, riso).

    mettere carta forno e pesetti
  7. Cuoci in bianco a 180° per 15 minuti con forno statico. Togli la carta forno con i pesi e cuoci per altri 5 minuti a 170° in modalità ventilata.

Purea alle more di gelso
  1. Nel mentre che la pasta frolla si raffredda, prepara la purea alle more di gelso perché dovrà raffreddarsi anche questa.

  2. Metti in un pentolino le more di gelso insieme allo zucchero di canna e lasciale bollire finché non esce il succo.

    Crostata fredda ricotta e more di gelso zucchero di canna
  3. Aggiungi il succo di limone e finisci di farle ammorbidire.

  4. Frulla tutto con un mixer ad immersione o normale e lascia raffreddare.

    Crostata fredda ricotta e more di gelso frullare purea
Ripieno
  1. Monta la ricotta con una frusta elettrica o a mano insieme allo zucchero.

    Crostata fredda ricotta e more di gelso ricotta e zucchero
  2. Se vuoi che diventi ancora più cremosa aggiungi due cucchiai di latte e mescola ancora.

    Crostata fredda ricotta e more di gelso aggiungere latte
Composizione della crostata fredda ricotta e more di gelso
  1. Versa la crema di ricotta nella base di pasta frolla, livellandola con un cucchiaio.

    Crostata fredda ricotta e more di gelso versare la ricotta nella crostata
  2. Aggiungi la purea di more di gelso, sempre con l'aiuto di un cucchiaio.

    Crostata fredda ricotta e more di gelso aggiungere purea di more di gelso
  3. Decora con le more di gelso e se vuoi con una spolverata di zucchero a velo.

Note

Conservare in frigorifero per massimo tre giorni.


Disclaimer

Foto e testi appartengono alla sottoscritta Monica Locci pertanto il loro uso è vietato in qualsiasi modo e forma senza mia previa autorizzazione.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 7/03/2001. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Categorie

Altre ricette che ti potrebbero interessare

2 Commenti

  • Rispondi
    milesweetdiary
    7 luglio 2017 at 13:31

    Adoro la ricotta, mi piacciono le crostate e ho un debole per le more di gelso (sarà che da noi a Monza ce ne sono tante) quindi centro pieno ? !

    • Rispondi
      Monica
      7 luglio 2017 at 13:50

      Grazie!!! È piaciuta tantissimo, e anche a me farla, dato che ho acceso il forno solo per cuocere la crostata in bianco!!!

    Lascia una risposta

    Grazie!!!